Dicono di noi



“Ogni volta che esco sento questa cosa bella che vive in voi e che chiunque frequenti la comunità sente. E’ un misto di forza che non sconfina mai nell’arroganza o nella prepotenza, è una felicità sofferta e conquistata e quindi consapevole ed è voglia di futuro, costruita giorno per giorno, centimetro per centimetro.”

Francesco


“I ragazzi di Sanpa sono belli!!
[…] eccomi di ritorno dalla mia visita a Sanpa.
E’ stata una giornata molto emozionante; oltre ad essere stati accolti benissimo, aver visto una struttura che funziona, ho avuto l’enorme piacere di incontrare delle belle persone, i vostri ragazzi.
Tutti sono inciampati nella loro vita cadendo franosamente a terra e da diversi mesi sono in cammino lungo un percorso non semplice. Ebbene ho trovato sorrisi, voglia di raccontarsi, nessuna autocommiserazione, consapevoli di quanto è stato e nessun imbarazzo a condividerlo con estranei.
Orgogliosi del loro lavoro, spesso all’inizio subito e poi pian piano fonte di gratificazione e tassello fondamentale del Grande Viaggio di imparare a conoscersi, ad accettarsi e a fare lo stesso con l’altro, chiamato “il mio specchio”.
Considero il pezzetto di vita che ciascuno ha voluto condividere con me un grande dono, e per questo li ho ringraziati personalmente.”

Eleonora


“Volevo semplicemente ringraziarvi. Ci tenevo a farlo. E’ stato semplicemente splendido e siete stati fantastici. Una giornata indimenticabile che resterà per sempre nel mio cuore!! Tutti dovrebbero provarla!!Un saluto, un caloroso abbraccio, e soprattutto un augurio di buona fortuna per la vostra vita. Forza e coraggio!!!”

                                                                                                                                     William


“Volevo dirvi grazie per la giornata trascorsa con voi, un’esperienza indimenticabile. Non è solo una visita ai settori, a chi produce il formaggio o a chi lavora al telaio. È una visita alla vita.”

Sonia


“Durante la visita di oggi ho pensato spesso a mia figlia, che si arrovella su problemi inesistenti su come vestirsi o dove andare a cena. Ho pensato che fossi la mamma di Eleonora, la ragazza che ci ha accompagnati oggi, ne sarei orgogliosa, e San Patrignano non è una vergogna, ma un vanto.”

Elisabetta


“La vera difficoltà oggi, è stata quella di uscire da San Patrignano dove si vive una vita vera, e tornare là fuori, nel mondo dell’effimero e della vanità. Conoscere Deborah e Luigi, i nostri accompagnatori, ha cambiato la mia prospettiva su tante cose. Entri a San Patrignano con molti preconcetti e ne esci nudo, ma ricco di valori.”

Lorena


“La visita a San Patrignano dovrebbe essere obbligatoria. Come la patente di guida o la cintura di sicurezza. Ti salva la vita.”

Eugenio


“Visitare la Comunità è stata un’esperienza unica e coinvolgente. Grazie ai nostri accompagnatori Michela e Alessandro per le emozioni che avete saputo trasmettere, e per quella straordinaria energia che si respira in tutte le 1300 anime in silenzio prima di iniziare il pranzo.”

Chiara

Prenota la tua visita